Blog

"Exit Tragedy. Pensare che volevamo la pace per l’Afghanistan", in finale al Premio Cerruglio

Il libro ““Exit Tragedy. Pensare che volevamo la pace per l’Afghanistan” di Maria Clara Mussa e Daniel Papagni, uscito con la Casa Editrice LoGisma, è attualmente finalista al Premio Cerruglio (Montecatini Terme), un concorso letterario nazionale di saggistica d'attualità!

Presentato all’ambasciata dell’Afghanistan a Roma lo scorso 8 marzo, tratta  una raccolta di testimonianze e di aneddoti che gli autori hanno voluto raccontare per rendere omaggio sia a coloro, che, nel corso dei venti anni di missione definita di pace, hanno sacrificato la propria vita per rendere il Paese meno disastrato, sia alle donne afghane che stanno subendo le peggiori angherie da parte dei talebani ora al governo.

Nel corso di questi venti anni di missione, ora da molti considerati spesi un modo inutile, vista la situazione che si è creata dopo l’abbandono del Paese da parte della Nato, gli autori hanno compiuto numerose missioni giornalistiche, sia embedded con i contingenti internazionali, sia unembedded, frequentando da vicino la popolazione afghana e condividendone le abitudini.

Hanno incontrato da vicino personalità afghane, le forze speciali americane; donne afflitte dalle imposizioni, storie accompagnate da immagini forti e significative.

E un capitolo è dedicato ai 53 Italiani caduti in Afghanistan, perché non sia dimenticato il loro estremo sacrificio.

 

Press release by LoGisma

leggi di più

Una Strega all’Aeroclub di Legnago, Fabio Consoli.

20 anni in poco più di un’ora e mezza, 20 anni di Aeronautica Militare vista dagli occhi del protagonista dal suo primo giorno in accademia fino al congedo.

E’ stato questo il filo conduttore dell’incontro con Fabio Consoli, pilota collaudatore, organizzato dall’Aeroclub di Legnago domenica 15 maggio.

Più una chiaccherata tra amici che una conferenza, con uno stile amichevole e a volte goliardico su come si è evoluta l’Arma azzurra da quando, giovane cadetto del corso Zodiaco terzo, ha varcato la soglia dell’Accademia, a quando da Ten. Col. si è congedato ed ha intrapreso la nuova avventura di pilota civile in Alitalia. Con l’aiuto di slide, ma soprattutto con i molti interventi del pubblico che ha partecipato in modo attivo, abbiamo ripercorso alcuni momenti importanti di una carriera che definire esaltante è poco.

Un appuntamento che non abbiamo potuto mancare, dopo aver perso quello organizzato da Hag presso la sede di Bagnoli.

Una conferma comunque per noi e per i lettori del blog in quanto Fabio è stato nostro ospite nel blog al link che vi lasciamo di seguito:

Vita da Strega: Fabio Consoli 

leggi di più

Una vita da elicotteri

Una vita da elicotteri

Ricordi di missioni compiute con i mezzi in dotazione alle Forze Armate e società civili italiane

 

La raccolta di una serie di racconti e testimonianze di missioni diventa l’occasione per passare in rassegna gli elicotteri impiegati in Italia, sia da parte delle Forze Armate che di società civili, a partire dal 1953, anno in cui si costituiva sull’aeroporto dell’Urbe (Roma), il primo Reparto Addestramento Elicotteri dell’Aeronautica Militare, fino ai giorni nostri. I racconti, scritti proprio da una persona che ha vissuto la propria carriera professionale “in volo”, hanno il pregio di essere diretti, realistici e non romanzati, per trasmettere al lettore l’immediatezza della missione, l’apprensione di un volo in notturna o in montagna, e soprattutto per descrivere ed enfatizzare le performance e le caratteristiche tecniche dei vari mezzi impiegati. Il lettore potrà viaggiare a bordo degli elicotteri assieme all’autore per sperimentare le molteplici circostanze nelle quali l’elicottero si dimostra un mezzo insostituibile, il solo capace di svolgere determinate missioni, che si tratti di lavoro aereo, di soccorso medico, di assistenza in caso di calamità naturali. Inutile ricordare quanti dei modelli qui rappresentati siano, nell’immaginario di molti, l’icona stessa del concetto di elicottero, dal Bell 47G2 al Boeing CH-47 Chinook, all’AB 204B, all’A109... 

 

Autore: Angelo La Sorte

Titolo: UNA VITA DI ELICOTTERI Ricordi di missioni compiute con i mezzi in dotazione alle Forze Armate e società civili italiane

Editore: LoGisma, 2022

Pagine: 224, ill. col., 21x21 cm

ISBN 978-88-94926-54-5

Prezzo: Euro 22,00

 

By LoGisma

leggi di più

Gulfstream G550 Aeronautica Militare a Verona Villafranca

Oggi a Verona, all’aeroporto militare sede del 3° Stormo, è atterrato il primo Gulfstream G550 del programma MMMS (Sistema Multimissione Multisensore) di Aeronautica Militare, appartenente al 14° Stormo di Pratica di Mare.

L'Aereo con matricola 14-13 (MM62329) riporta sulla deriva il logo per il 50° anniversario del 71° Gruppo a cui è in carico.

Il velivolo è ripartito poco dopo le 14 nel primo pomeriggio.

leggi di più

Iniochos 2022

Base aerea di Andravida, Marzo-Aprile 2022, esercitazione Iniochos 2022…. 

I cieli della Grecia e il mare antistante la penisola ellenica hanno fatto da teatro per la consueta esercitazione annuale Iniochos.

Per due settimane, dal 28 marzo al l’8 aprile le forze aeree elleniche hanno guidato le corrispettive di Stati Uniti, Israele, Italia, Francia, Slovenia e Cipro in missioni congiunte per migliorare la prontezza operative e l’interoperabilità, fattore importante in momenti di crisi internazionale come in questo momento per poter rispondere nel modo più efficace a minacce di altri paesi.

Iniochos in Greco è il “conducente dell’auriga” e dal 2013 si volge sulla base di Andravida, sede del 117 Combat Wing, diventando edizione dopo edizione una delle più importanti esercitazioni su vasta scala in Europa. 

leggi di più

Gente di Duxford Cap.4 - People of Duxford, ch. 4

Dopo due anni di cancellazioni, un cambio di location, dallo storico aeroporto di Duxford a quello di Sywell, speravamo che il 2022 fosse l’anno in cui si poteva tornare in “tranquillità” a vedere il Flying Legend, ci sbagliavamo perché, ferale, è giunta nuovamente la notizia di un ulteriore cancellazione, questa volta non dipendente dal Covid, ma dalla difficoltà di trovare una sede consona per il Legends. 

leggi di più

Open day all'eliporto del 118 di Verona Emergenza

Altissimo afflusso di visitatori, per la maggior parte famiglie con bambini, ma anche ragazzi e adulti curiosi di poter vedere da vicino l'elicottero e alcuni mezzi del 118 di Verona.

Si può ben dire che la base di Corte Molon, dove decolla e atterra l'elicottero di Verona Emergenza, ieri pomeriggio sia stata presa, nel senso buono del termine, d'assalto da tantissimi veronesi che hanno raccolto l'invito del 118 di Verona.

Gran lavoro per tutto lo staff, medici, infermieri, specialisti, piloti e tecnici presenti a rispondere alle tante domande sul loro lavoro, ma anche a contenere l'entusiasmo di moltissimi bimbi felici di poter ammirare l'elicottero giallo che magari tante volte hanno visto in tv o alzando lo sguardo al cielo. 

leggi di più

BOSCOMANTICO Dalla foresta dell’indovino agli aeroplani

Poco lontano da Verona, dove oggi volano aerei e si lanciano paracadutisti, un tempo esisteva una vasta foresta, il Bosco del Mantico (dal greco mantis: indovino), luogo abitato da un oracolo. In seguito il Mantico fu proprietà dei monaci benedettini, domenicani e poi degli Scaligeri. Qui ebbe origine l’antico paese del Chievo. Nel tempo l’estensione del bosco venne via via ridotta e l’area fu riservata a pascolo e colture. Nell’Ottocento Boscomantico venne militarizzato, con la costruzione di una polveriera e di un poligono di tiro e poi del forte austriaco di Parona. Da qui si alzarono i primi dirigibili e la base divenne di importanza strategica durante la prima guerra mondiale. Questo volume ripercorre la lunga storia del Mantico, soffermandosi in particolare sulle attività che qui vi hanno trovato ospitalità e sviluppo dal Novecento a oggi: l’Aero Club con la sua prestigiosa scuola di pilotaggio, i paracadutisti con la storica scuola che gode fama in tutta Europa, la base militare americana e quella italiana del XIII Graco, il volo a vela, l’aeromodellismo, il volo virtuale e altre importanti realtà come le stazioni della Protezione civile Ana e del soccorso alpino Cnsas.

 

Franco Bottacini, giornalista professionista, dopo il pensionamento continua a collaborare con la redazione cultura delle testate del gruppo Athesis: «L’Arena», «Il Giornale di Vicenza», «BresciaOggi». È stato attivo come autore e critico in alcuni siti web di letteratura e ha svolto incarichi di ufficio stampa per l’Hellas Verona e per aziende nazionali. Ha pubblicato inoltre due raccolte di poesie, un romanzo storico sul circo, tre volumi storici sul calcio, oltre ad altri scritti di storia e cultura locale tra i quali Chievo Ottocento (Cierre Grafica). 

 

formato: 12x21 cm pagine: 234

illustrazioni: in bianco e nero e a colori

rilegatura: brossura isbn: 978-88-32102-51-2

prezzo: € 14,00

 

The Aviation

leggi di più

Storie di piloti. L’Aeronautica dell’F-104 e del G91.

Mettete insieme, un gruppo di appassionati di aerei, due piloti militari appassionati, inserite il tutto nella splendida cornice della sede HAG di Bagnoli di Sopra e il gioco è fatto.

L'appuntamento con la storia aeronautica narrata ha visto una nutrita partecipazione di soci HAG, che per un paio di ore hanno ascoltato, e interagito con le proprie domande, i racconti di due piloti militari, Mario Antognazza e Roberto Sardo.

Entrambi con un curriculum ed esperienze di tutto rispetto si sono alternati in ricordi a volte drammatici, a volte divertenti sul loro passato in aeronautica ai comandi degli aerei militari che hanno segnato un’epoca.

Sentire dal vivo, situazioni che magari si sono lette, simili, sui libri è tutta un’altra cosa, soprattutto se i narratori riescono a infondere le emozioni che loro stessi hanno provato in alcuni momenti della loro lunga carriera.

Per chi non ha potuto partecipare è disponibile la registrazione della conferenza, e speriamo che questi appuntamenti siamo ripetuti nel tempo e aperti anche ai tanti appassionati non ancora iscritti ad HAG. 

leggi di più

Flying Legends 2022 cancellato

E’ arrivata, purtroppo, la notizia che il Flying Legends 2022, è stato cancellato.

Dopo due anni di pandemia, si sperava che il 2022 fosse l’anno della ripresa per lo spettacolo aereo più importante del vecchio continente in materia di warbird. Questa volta però il Covid non centra a leggere il triste comunicato che Nick e Stephen Grey hanno rilasciato sui canali social.

La sede che si prospettava, dopo la rottura dei rapporti con l’Imperial War Museum di Duxford, ovvero Sywell, avrebbe potuto a nostro avviso ospitare un’edizione ridotta, la scorsa estate appunto ancora in emergenza Covid, ma con il termine delle restrizioni e la totale riapertura al pubblico dei grandi eventi sarebbe risultata logisticamente in affanno.

La ricerca di una nuova location, si legge nel comunicato, non ha portato i risultati sperati e anche quest’anno si deve rinunciare al Legends. 

leggi di più