Aviation news

Green Flag, un’esercitazione internazionale, organizzata dalla U.S. Air Force

L’Aeronautica Militare ha partecipato negli Stati Uniti alla Green Flag, un’esercitazione internazionale, organizzata dalla U.S. Air Force, che ha visto la presenza, sulla base di Alexandria (Louisiana), di tre Paesi (USA, Italia, Nuova Zelanda) per un totale di circa 150 persone coinvolte.

All'esercitazione, che si è svolta dal 15 al 25 luglio, ha partecipato, per l’Italia, un C-130J della 46ª Brigata Aerea, con una componente di 26 persone tra equipaggi di volo, personale della manutenzione e di supporto. Oltre al velivolo italiano, erano presenti altri tre velivoli, due statunitensi e uno neo zelandese. 

leggi di più

Aeronautica Militare: volo urgente da Pescara a Pisa per una donna in imminente pericolo di vita

La donna, accompagnata da un’equipe medica,  è stata trasportata con un velivolo Falcon 50 dell’Aeronautica Militare

Nel primo pomeriggio una donna, in imminente pericolo di vita, è stata trasportata d'urgenza da Pescara a Pisa a bordo di un Falcon 50 del 31° Stormo dell'Aeronautica Militare. 

leggi di più

Spazio, Aeronautica Militare: siglati accordi di collaborazione nel campo del volo umano spaziale con CNR e Thales Alenia Space Italia

Gli accordi definiscono le modalità di collaborazione, sia in ambito industriale che della ricerca scientifica e tecnologica, nel settore del Commercial Spaceflight. 

Sono stati siglati questa mattina a Roma, presso la Casa dell’Aviatore, due importanti accordi di collaborazione tesi a valorizzare le conoscenze e le competenze dell’Aeronautica Militare nel settore aerospaziale ed in particolare del volo umano spaziale, settore nel quale la Forza Armata - coerentemente con le linee programmatiche del Ministero della Difesa - ha la competenza per la gestione operativa e la sperimentazione in microgravità. Un nuovo ambito strategico, quello dell’accesso alle orbite basse terrestri, al quale si sta guardando con sempre maggiore attenzione, anche tramite il volo umano spaziale, nell’ottica di accrescere la competenza della Difesa nel settore ed incrementare il livello di protezione delle infrastrutture spaziali nazionali.

Gli accordi - siglati dal Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di squadra aerea Alberto Rosso, rispettivamente con la Prof.ssa Maria Chiara Carrozza, Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), e con l’ing. Massimo Claudio Comparini, Amministratore delegato di Thales Alenia Space Italia - testimoniano il ruolo di eccellenza acquisito dall’Italia nell’ambito della ricerca scientifica e delle capacità industriali nel settore aerospaziale e si inseriscono in una più ampia cornice di collaborazioni che la Forza Armata sta sviluppando con il mondo delle Istituzioni, quale ad esempio il recente accordo siglato con la Regione Emilia Romagna, dell’industria e della ricerca scientifica per accrescere mutuamente quelle competenze ritenute necessarie nell’ambito dell’esplorazione umana dello spazio nel settore del Commercial Spaceflight. Tra gli accordi già in essere quelli discendenti dalla duratura e consolidata sinergia con l'Agenzia Spaziale Italiana che evidenziano il forte legame tra istituzioni militari e civili con l'obiettivo di rafforzare le capacità nazionali in un settore strategico ed essenziale per la ricerca scientifica, la sperimentazione e la difesa nazionale. 

leggi di più

Exercise Anatolian Eagle 2021 video

leggi di più

Nato Air Policing, Estonia: primo Alpha scramble notturno per gli F-35 Italiani

Primo Alpha Scramble notturno per i velivoli F-35A italiani impegnati nella Missione NATO in Estonia di enhanced Air Policing a protezione dello Spazio Aereo dei Paesi Baltici

Nella notte tra il 4 ed il 5 giugno, due velivoli F-35A della Task Force Air - Baltic Eagle II schierati sull'aeroporto di Ämari in Estonia, sono stati attivati dal NATO Combined Air Operation Centre (CAOC) di Uedem (Germania) con un ordine di decollo rapido per intercettare un velivolo non identificato nell’area di competenza della NATO.

Il velivolo è stato prontamente raggiunto dai due caccia italiani mentre volava sulle acque internazionali del Mar Baltico.

Gli F-35A hanno eseguito la prevista procedura di “Visual Identification” (VID) e, al termine dell'attività operativa, hanno fatto rientro alla base aerea. 

leggi di più

Difesa aerea: caccia Eurofighter intercettano un velivolo civile che aveva perso il contatto radio

Nella mattinata di oggi due caccia intercettori Eurofighter del 37° Stormo dell'Aeronautica Militare di Trapani, in servizio di allarme per la difesa dello spazio aereo, hanno compiuto un intervento su ordine di decollo immediato pervenuto dal NATO Combined Air Operations Centre di Torrejon (Spagna) per intercettare e verificare un velivolo civile Pilatus PC6T, decollato dall'aeroporto svizzero di Buochs e diretto a Capodichino (NA), che aveva perso il contatto radio con gli enti del traffico aereo.

Una volta raggiunto il velivolo in rotta, grazie alle coordinate e alle informazioni fornite dal personale "guida caccia" a terra dell'11° Gruppo DAMI del Comando Operazioni Aerospaziali, è stata effettuata la prevista procedura di "visual identification" (VID) per accertare che non vi fossero condizioni di emergenza o di minaccia alla sicurezza. Dopo aver effettuato tutte le verifiche necessarie con gli enti del controllo del traffico aereo e ripristinati i contatti radio, i caccia hanno fatto rientro in base. 

leggi di più

Airbus A400M conducts major helicopter refuelling certification campaign

Getafe, 19 April 2021 – The Airbus A400M new generation airlifter has successfully conducted a major helicopter air-to-air refuelling certification campaign, completing the majority of its development and certification objectives. Airbus Defence and Space aims to achieve full helicopter air-to-air refuelling certification later this year with the conclusion of all mandatory night operation trials.

The flight tests, performed in coordination with the French Armament General Directorate (DGA), involved operations with two French Air Force H225M helicopters.

The campaign took place in day and night conditions over the west coast of France at between 1,000 ft and 10,000 ft and flight speeds as low as 105 knots. During those flights, a total of 81 wet contacts and transfers of 6.5 tonnes of fuel were achieved, which included simultaneous refuelling of two helicopters for the first time. The tests confirmed the positive results of the dry and wet contact operations conducted in 2019 and 2020. 

leggi di più

Formula 1, le Frecce Tricolori volano sul Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia-Romagna 2021

La Pattuglia Acrobatica Nazionale stende il Tricolore sull’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Ancora una volta si rinnova il connubio tra il mondo dei motori della Formula 1 e l’Aeronautica Militare. Domenica 18 aprile le Frecce Tricolori sorvoleranno la griglia di partenza dell’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola in occasione del Formula 1 Pirelli Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna 2021, prima tappa europea del campionato mondiale di Formula 1. I velivoli MB339PAN della Pattuglia Acrobatica Nazionale stenderanno il verde, il bianco e il rosso della Bandiera italiana sul circuito automobilistico emiliano-romagnolo.

“Stendere il Tricolore sul Gran Premio del Made in Italy per noi è motivo di forte orgoglio” ha commentato il Ten.Col. Gaetano Farina, Comandante delle Frecce Tricolori. “Da sessant’anni siamo fieri di essere un simbolo dell’Italia intera rappresentando le capacità, la tecnologia e i valori dell’Aeronautica Militare e di tutto il Sistema Paese.”

“Da sindaco di Imola sono orgoglioso che nel loro 60.o anniversario le Frecce Tricolori, che rappresentano in tutto il mondo l’emblema del Made in Italy, effettuino il sorvolo della griglia di partenza, per il Gran Premio di F.1, a testimoniare il valore delle eccellenze italiane e come simbolo di ripartenza” sottolinea il primo cittadino, Marco Panieri.

Le Frecce Tricolori tornano dopo più di 40 anni nei cieli di Imola: era il 14 settembre del 1980 quando i velivoli G91 della Pattuglia Acrobatica Nazionale si esibivano con il loro programma acrobatico sopra il circuito di Imola in occasione del primo ed unico GP d’Italia valido per il campionato mondiale a non disputarsi a Monza.

Aeronautica Militare e scuderie Formula 1, due realtà che hanno come comune denominatore la tecnologia: sviluppo di motori ad alte prestazioni, aerodinamica, elettronica ed innovazione sempre proiettati verso il futuro e alla ricerca di nuove soluzioni per ottimizzare le prestazioni ed essere sempre più competitivi nel proprio settore. Tutto accomunato da velocità e adrenalina, sensazioni che i piloti delle monoposto ed i piloti militari provano ai comandi dei propri mezzi, e da un fortissimo spirito di squadra dove professionalità ed eccellenze lavorano insieme con l’unico scopo di raggiungere i propri obiettivi.   

leggi di più

Il primo contatto tra il velivolo di quinta generazione e il ponte di volo della nave ammiraglia della Marina Militare

OCEANO ATLANTICO – Partita il 28 febbraio dalla base della Seconda Flotta della US Navy a Norfolk, nave Cavour ha iniziato la fase "calda" della campagna "Ready for Operations". Il primo appontaggio di un velivolo F-35B del Corpo degli US Marines sul ponte della portaerei della Marina Militare, rappresenta un passaggio fondamentale nel lungo e complesso processo di certificazione all’impiego dei nuovi velivoli.

Il completamento della fase delle prove in mare "Sea Trials", che si protrarranno in Oceano Atlantico per circa quattro settimane, permetterà all’ammiraglia della Squadra Navale di testare il ponte di volo e verificare gli impatti con il velivolo di quinta generazione nei momenti topici di decollo e appontaggio in diverse condizioni di assetto ed in relazione a diversi fattori quali i venti e lo stato del mare, per arrivare alla certificazione finale di "Ready for Operations". 

leggi di più

Iraq: 5000 ore di volo per il Task Group Albatros

L’EC-27J è inquadrato nell’Italian Contingent Command Air (IT NCC Air)

In occasione della visita del Comandante di IT NCC AIR e Task Force Air Kuwait, Colonnello Luca Giuseppe Vitaliti, dal 2 al 5 febbraio 2021, il Task Group Albatros, comandato dal Maggiore Chiara P., ha celebrato l’importante traguardo delle 5000 ore dell’EC-27J “JEDI” dell’Aeronautica Militare volate dal 10 agosto 2016 in supporto dell’Operazione “Inherent Resolve” (OIR) in Iraq, equivalenti a circa 210 giorni di copertura ininterrotta dei cieli dell’Iraq, conseguiti dopo oltre 1000 sortite volate contro la minaccia DAESH.

Il personale del Task Group Albatros è costituto da uomini e donne dell’Aeronautica Militare che concorrono per esprimere una capacità unica nel suo genere profondendo le migliori tradizioni del trasporto aereo e della guerra elettronica. 

leggi di più