Aviation news

Attività di rapid refuelling al 3° Stormo con velivolo di 5^ generazione

Presentate al Capo della forza aerea polacca, in visita al 3°Stormo di Villafranca, alcune capacità Expeditionary dell’Aeronautica Militare

La conduzione di un'attività di rapid refuelling mediante l'impiego del cosiddetto sistema ALARP (Air Landed Aircraft Refuelling Point) a favore di un velivolo di 5ª generazione, simulando il rischieramento in una base priva d'infrastrutture logistiche e sistemi di rifornimento aeroportuali, è stato l'obiettivo principale dell'evento addestrativo organizzato la mattina del 29 novembre presso il 3° Stormo di Villafranca di Verona.

Per l'occasione era presente il Maj. Gen. Jacek Pszczola, Capo della Forza Aerea polacca, accompagnato dal Generale di Squadra Aerea Roberto Comelli, Comandante Logistico dell'AM e dal Generale di Brigata Pietro Spagnoli, Capo del Servizio dei Supporti del Comando Logistico. 

leggi di più

Polonia: La TFA Eagle raggiunge le 500 ore di volo

Questo traguardo è stato raggiunto in meno di quattro mesi dagli Eurofighter dell'Aeronautica Militare rischierati in Polonia.

Gli Eurofighter della Task Force Air “White Eagle”, dislocati sull’aeroporto Krolewo di Malbork in Polonia, in meno di quattro mesi di attività prevista dal mandato NATO hanno raggiunto il traguardo delle 500 ore di volo.

Un risultato questo, conseguito anche grazie alla professionalità di tutto il personale che ha operato nel campo della manutenzione, permettendo ai velivoli di raggiungere una percentuale di efficienza che in tutto il periodo ha sfiorato il 97%.

Tale successo conferma, una volta di più, la funzionalità e la versatilità dell’Eurofighter quale velivolo di primissimo piano nel panorama mondiale odierno, nonché la spiccata professionalità delle donne e degli uomini dell’Aeronautica Militare impegnati nella missione NATO al confine est dell’Alleanza.

Gli Eurofighter italiani dal 1° agosto scorso supportano le operazioni di enhanced Air Policing (eAP), con l’obiettivo di rinforzare il dispositivo di Difesa Aerea della NATO nel fianco nord-orientale, sotto il comando e controllo dell’Allied Air Command di Ramstein (Germania), fino al 1° dicembre 2022. 

leggi di più

Aeronautica: restaurati 22 motori storici aeronautici

Aeronautica: restaurati 22 motori storici aeronautici in sinergia con il Museo dei Motori del sistema museale dell'Università di Palermo in vista del centenario della Forza Armata.

Palermo 17 novembre 2022 - Sono stati presentati oggi, al Museo Storico dei Motori e dei Meccanismi del Sistema Museale dell’Università di Palermo, 22 motori storici aeronautici completamente restaurati in vista del Centenario dell’Aeronautica Militare del 2023, sulla base di un accordo di collaborazione tra le due istituzioni. 

leggi di più

IFTS, l’eccellenza Made in Italy. Un esempio virtuoso di partnership tra Leonardo e l’Aeronautica Militare

L’International Flight Training School (IFTS) è un’eccellenza italiana di valore internazionale, punto di riferimento per l’addestramento avanzato dei piloti militari delle aeronautiche di tutto il mondo che volano su caccia di prima linea come gli Eurofighter Typhoon o gli F-35. A Decimomannu, in provincia di Cagliari, è in fase di finalizzazione uno dei più avanzati campus al mondo per top gun.

Gli interventi infrastrutturali prevedono la costruzione di un nuovo centro logistico e di manutenzione, di hangar e della linea di volo per i 22 M-346 in dotazione alla scuola, la creazione della struttura destinata al GBTS (Ground Based Training System) che include: due Full Mission Simulator e tre simulatori sintetici Part Task Trainer dedicati ai moduli d’addestramento relativi alla gestione delle emergenze e alle missioni d’addestramento più avanzate, nonché aule e uffici. A tali interventi vanno aggiunti quelli relativi alle infrastrutture logistiche (mensa, impianti sportivi) e alla creazione di un centinaio di alloggi destinati ai frequentatori italiani e internazionali che ogni anno verranno a formarsi a Decimomannu.

Una infrastruttura come poche al mondo e che porta in dote un altissimo grado di innovazione tecnologica generando importanti ricadute territoriali, sia in termini occupazionali che economici.  

leggi di più

I cento anni del Dornier Wal

L’idrovolante degli anni Trenta più diffuso al mondo.

Fece il suo volo inaugurale a Boccadarno il 6 novembre 1922

Il 6 novembre del 1922 le acque di Boccadarno videro decollare per la prima volta una nuova creatura denominata da subito “barca volante”. Si trattava di un Dornier Wal, un vero gioiello della tecnica per l’epoca. Grazie alla costruzione interamente metallica (con un materiale allora innovativo, il duralluminio) quel velivolo metà natante e metà aeroplano, seppe imporsi in breve tempo in molti paesi.

Marina di Pisa era stata scelta per la costruzione di questo nuovo idrovolante per le apprezzate capacità delle sue maestranze che già lavoravano su macchine similari, ma in legno, negli stabilimenti di Boccadarno che poi diventeranno la CMASA, Costruzioni Meccaniche Aeronautica S.A.. Fu il progettista stesso del Wal, l’ingegnere tedesco Claude Dornier a scegliere quella fabbrica toscana, poiché all’indomani della prima guerra mondiale non avrebbe potuto costruire aeroplani in Germania.

La scelta fu ripagata dalla qualità e dal successo del prodotto, che ben presto sarà venduto sia in versione civile che militare alle forze armate di moltissimi paesi. A Marina di Pisa, un grande contributo al progetto e alla produzione fu dato dall’ingegnere torinese Guido Guidi che apporterà significative migliorie al Wal.

La struttura metallica e i caratteristici sponsons (galleggianti) ne facevano una macchina capace di ammarare su ogni superficie d’acqua, dal fiume al lago, all’oceano.

Il robusto Dornier Wal (che in tedesco significa “balena”) sarà un incomparabile protagonista non solo per l’industria aeronautica dell’epoca ma per la fortuna stessa del marchio Dornier. Infatti, per la sua efficacia e affidabilità divenne determinante per molte imprese ormai leggendarie di pionieri del volo come Antonio Locatelli, Ramon Franco, il tentativo di missione polare di Roald Amudsen, la traversata dell’Atlantico da parte di von Gronau e molti altri. 

leggi di più

Starfighter F-104, Il modo migliore per narrare una storia è indossarla.

Hangar Italy vuole riservare un tributo ad uno dei Caccia più importanti del dopoguerra!

Da un mito e leggenda che ha scritto tante pagine nella storia dei reparti dove ha prestato servizio nasce un oggetto che vuole ricalcarne la sua anima che rimane unica e inimitabile.

Fedele al proprio claim che vuole che 'il miglior modo per narrare una storia è indossarla' ora fascino e mistero dell'iconico Starfighter rivive in un Orologio Meccanico edito in una Edizione Limitata a 104 pezzi per variante.

L'omaggio al il primo caccia capace di raggiungere Mach 2 in un’epoca in cui quasi tutti gli altri velivoli erano subsonici!

Singolarmente numerati e personalizzabili a vostro piacimento sul fondello si vuole ricordare uno dei più celebri Aerei della Storia dell’Aviazione ed il caccia più amato dagli appassionati d’aviazione italiani.

Supersonico e protagonista di primati e prestazioni eccezionali.

Caccia intercettore ogni-tempo, d’attacco e d’assalto, ricognitore e d’addestramento:

ruoli che fecero di lui la colonna portante dell’Aeronautica Militare Italiana assicurando la difesa dello spazio aereo nazionale sempre pronti a garantire il servizio di allarme sui nostro cieli. 

leggi di più

ANSV Incidente in provincia di Mantova

L’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (ANSV) ha disposto l’apertura di un’inchiesta di sicurezza e l’invio di un proprio investigatore sul sito dell’incidente che, oggi 2 ottobre 2022, presso l’aviosuperficie di Curtatone (MN), ha coinvolto l’aeromobile Cessna 172M marche di identificazione I-EDUK.

Deceduta una delle quattro persone a bordo, ferite le altre; distrutto l’aeromobile.

 

Press release by ANSV

leggi di più

ILA 2022 Berlin

Sustainability, innovation and new technologies are the dominant themes – Successful conclusion to ILA Berlin

• Federal government strongly represented at ILA

• 550 exhibitors and 72.000 visitors

• Trade visitors highly interested in new mobility and security

• Next ILA Berlin scheduled for 05 to 09 June 2024

Berlin, 26 June 2022 – For five days the Berlin/Brandenburg region was a hub and platform for exchanging views on the future of aerospace.

Taking as its slogan ’Pioneering Aerospace’, it gathered representatives of international industry, politics, the armed forces and science. Around 550 exhibitors from 29 countries presented a wide range of high-tech products and research and development projects. Some 260 speakers discussed the latest aerospace topics on five stages. Key issues included climate-neutral flight, military security and the benefits of space flight for humanity. There was keen public interest in the event – tickets for the general public on the open weekend sold out quickly.

Volker Thum, chief executive of the BDLI: “#ILA22 was the first aerospace show to take place in Europe since the pandemic began. The keen interest shown by visitors and exhibitors, the significant presence of German policymakers and the partnership with the European Commission sent a clear message: aviation, space flight and defence have become mainstream topics in society. They are a decisive and integral part of our everyday lives. With that comes a special responsibility for us. From the perspective of long-term sustainability, the focus is on how to hand over today’s world to a future generation with the ecology, economy and security in mind. #ILA22 highlighted the big progress we have already made, with research and development on climate-neutral aviation, communications and climate observation from space, and with technologies for our security and defending our values.

But we also saw that we still have a long way to go. In that sense ’Pioneering Aerospace’, this year’s slogan at ILA, remains our commitment to the future.““ 

leggi di più

AERONAUTICA: Esercitazione internazionale di Ricerca e Soccorso Aereo “Grifone 2022” a Piacenza

L’esercitazione multinazionale ed interagenzia si svolgerà dal 13 al 17 giugno presso il Distaccamento Aeroportuale di S. Giorgio Piacentino (PC).

Dal 13 al 17 giugno 2022, nell’area montuosa appenninica a Sud-Ovest della città di Piacenza, si svolgerà l’edizione 2022 dell’esercitazione internazionale di Ricerca e Soccorso Aereo “Grifone”, pianificata e condotta annualmente dall'Aeronautica Militare attraverso il Rescue Coordination Centre (RCC) del Comando Operazioni Aerospaziali (COA) nell'ambito dell'accordo internazionale SAR.MED.OCC. (SAR Mediterraneo Occidentale), con il supporto del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS). 

leggi di più

Eurofighter: 50000 ore di volo per i caccia del 36° Stormo

Nei giorni scorsi la flotta di velivoli caccia Eurofighter del 36° Stormo ha raggiunto l'importante traguardo delle 50000 ore di volo. Un prestigioso risultato iniziato il 1° ottobre 2007, quando atterrò sull'aeroporto militare di Gioia del Colle il primo velivolo Eurofighter assegnato allo Stormo pugliese. Gli Eurofighter del 36° hanno iniziato il servizio di sorveglianza aerea nazionale e NATO dal 5 gennaio 2009, tanto che oggi lo Stormo rappresenta il "focal point" della Difesa Aerea del sud Mediterraneo. L'importante obiettivo raggiunto è stato segnato dalle innumerevoli attività operative svolte dal X e XII Gruppo Caccia, sia in campo nazionale che internazionale. Tra le tante, ricordiamo il supporto operativo nei cieli libici con l'Operazione "Unified Protector" e le missioni NATO di Air Policing negli spazi aerei di Islanda, Estonia, Lituania e Bulgaria e la difesa dei cieli di Albania, Slovenia e Montenegro che viene assicurata direttamente dall'aeroporto di Gioia del Colle. Un impegno operativo costante e sempre presente nello scenario internazionale, basti pensare che velivoli, equipaggi e personale tecnico dello Stormo sono attualmente rischierati sull'aeroporto romeno di Costanza a difesa del fronte est dei cieli dell'Alleanza. 

leggi di più