Aviation news

Al via la cooperazione tra Aeronautica Militare e Guardia Costiera per l'addestramento dei piloti

Foto repertorio The Aviation
Foto repertorio The Aviation

La collaborazione tra Aeronautica Militare e Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera scaturisce da un accordo siglato nel febbraio scorso e riflette l'approccio interforze ed inter-agenzia promosso dal Ministero della Difesa per ottimizzare le risorse disponibili.

Effettuato il primo volo dell'elicottero AW-139 della Guardia Costiera (GC) consegnato giovedì 20 aprile al 72° Stormo di Frosinone dell'Aeronautica Militare (AM) per avviare l’addestramento degli equipaggi di volo della GC da parte degli istruttori dell'Aeronautica Militare.

L’attività discende dall’Accordo stipulato tra Aeronautica Militare e Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera in data 7 febbraio 2018, e siglato dal Generale di Squadra Aerea Settimo Caputo, Sottocapo di Stato Maggiore, e dall'Ammiraglio Ispettore Capo Vincenzo Melone, allora Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera.

Tale accordo consentirà a personale della GC di accedere ai corsi di specializzazione, abilitazione, qualificazione, addestramento e formazione organizzati dall’AM. L’Aeronautica riceve in cambio la disponibilità di un elicottero AW139 CdP presso il 72° Stormo di Frosinone per un massimo di n. 300 ore di volo annue.

leggi di più

Aeronautica Militare: donna in imminente pericolo di vita trasportata urgentemente con un C130

Immagine di repertorio The Aviation
Immagine di repertorio The Aviation

La gravità delle condizioni della paziente hanno richiesto l’intervento di un velivolo da trasporto dell’Aeronautica Militare. Nel primo pomeriggio di oggi, lunedì 23 aprile, un velivolo da trasporto C130 della 46^ Brigata Aerea di  Pisa ha svolto un trasporto sanitario urgente da Catania a Firenze, a favore di una donna di 65 anni, ricoverata presso una struttura ospedaliera locale, le cui gravi condizioni hanno reso necessario un trasferimento nel tempo più rapido possibile.

Il velivolo è decollato dalla base di Pisa alla volta di Catania, dove ha imbarcato la paziente insieme ad una equipe medica. Il C130 è poi ripartito dall’aeroporto siciliano poco prima delle 16:00, per atterrare a Firenze alle 17:30 circa. La donna è stata immediatamente trasferita in ambulanza all’ospedale Careggi per ricevere le necessarie cure specialistiche. 

leggi di più

Rientrati a Ghedi i Tornado da China Lake

Sono atterrati a Ghedi alle 17:30 locali (15:30 Zulu) i 4 Tornato impegnati nella campagna Blazing Shield presso China Lake in California.

Ad attenderli una piccolo gruppo di fotografi che hanno potuto riprendere il corto finale dei 4 ECR.

Tra le macchine impegnate negli Stati Uniti anche l'ultimo consegnato, il Tornato 6-101 (MM7053).

Al di là delle matricole o dei seriali, durante questa missione, il Tornado ha effettuato le prime valutazioni di fuoco reale del missile AARGM ( Advanced Anti Radiation Guided Missile) di dotazione italiana, i due lanci sono stati considerati uno degli eventi di maggior rilevanza della missione nell'ambito della campagna OT&E (Operational Testing & Valutation) del binomio AARGM/Tornado ECR.

Di seguito le immagini degli atterraggi. 

leggi di più

Presentato alle Forze Armate Malesi il nuovo elicottero navale AW159

L'elicottero di nuova generazione AW159 è il migliore nella sua categoria e mantiene le eccezionali capacità operative navali dell’elicottero Lynx, uno dei prodotti di maggior successo sul mercato mondiale. 

L’AW159 può svolgere diversi compiti navali tra cui lotta antisom e antinave, sorveglianza marittima, ricerca e soccorso e individuazione dei bersagli oltre l’orizzonte. 

Già in servizio in Corea del Sud, l’AW159 diventerà operativo anche con la Marina Militare delle Filippine nel 2019. 

Leonardo, con il supporto dell’847° Gruppo Aeronavale britannico, ha presentato la settimana scorsa alle Forze Armate malesi l’elicottero AW159 Wildcat presso la base navale Lumut della Marina Militare della Malesia e presso lo stabilimento Leonardo dell’Aeroporto di Subang a Kuala Lumpur. 

I due AW159 Wildcat impiegati nell’occasione fanno parte della missione anfibia della Marina Militare francese della durata di cinque mesi e denominata Esercitazione Giovanna d’Arco, in corso di svolgimento tra Medio Oriente, Asia e il sud del Pacifico. Gli elicotteri sono imbarcati sulla nave FS Dixmude per compiti di ricognizione.   

leggi di più

Aeronautica Militare: soccorso un escursionista

Un elicottero HH139A dell’82° C.S.A.R. ha effettuato il recupero di un cittadino francese in Sicilia

Lunedi 16 aprile, alle ore 10.30, un elicottero HH-139A dell’82° Centro C.S.A.R. (Combat Search and Rescue) dell’Aeronautica Militare è stato allertato per effettuare il recupero di un uomo di circa 50 anni, di nazionalità francese, infortunato durante un’escursione a Macari, nelle vicinanze di San Vito Lo Capo (TP).

L'elicottero, su ordine del Comando delle Operazioni Aeree di Poggio Renatico, è decollato dall'Aeroporto di Trapani alle 10.50 circa per recarsi, in un primo momento, a Castellammare del Golfo al fine di imbarcare un operatore del C.N.S.A.S. (Corpo Nazionale Soccorso Alpino E Speleologico), e raggiungere poi la località di Macari dove, alle 11.10, ha effettuato il recupero del traumatizzato.

Il cittadino francese, accidentalmente ferito alla testa da un masso staccatosi dal costone roccioso, dopo essere stato stabilizzato dall’operatore del C.N.S.A.S è stato imbarcato sull’HH139A. L’equipaggio ha fatto quindi rotta verso l’Ospedale Civico di Palermo dove, giunto alle 12.30, ha lasciato il paziente alle cure dei medici.

L’elicottero ha fatto rientro in sede riprendendo la normale attività, in prontezza per l’allarme SAR nazionale.

L’82° Centro è uno dei Reparti del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare che garantisce, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, senza soluzione di continuità, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, operando in qualsiasi condizione meteorologica. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato più di 7200 persone in pericolo di vita.

 

Press release by Aeronautica Militare, Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore, 2° Ufficio “Pubblica Informazione - Relazioni con i media giornalistici”

leggi di più

50th anniversary of the trademark Fenestron

Celebrating one of Airbus Helicopters’ most recognizable innovations.

Continues to set new standards with the H160.

Marignane, 12 April 2018 – On the 12th of April 1968, the first Fenestron took to the skies on the second prototype of the Gazelle. It has since become emblematic of Sud Aviation, Aerospatiale, Eurocopter and now Airbus helicopters with the H160 carrying this sound-reducing, safety-enhancing technology into the next generation of rotorcraft.

The idea behind shrouding the tail rotor was initially developed to provide additional safeguards for workers on the ground but also to protect the tail rotor in forward flight and in complicated operational environments, such as working around high-voltage power lines. Sound reduction benefits followed after much research and optimisation from one generation of the Fenestron to the next.

leggi di più

Aeronautica. Intercettato velivolo che aveva perso il contatto radio

Due velivoli caccia Eurofighter del 36° Stormo di Gioia del Colle (BA) hanno intercettato un velivolo in prossimità di Trapani che aveva perso le comunicazioni radio con gli enti del controllo del Traffico Aereo. Alle ore 16.20 circa di oggi i due caccia dell'Aeronautica Militare, in servizio di allarme sul territorio nazionale, sono decollati per identificare il velivolo in transito nello spazio aereo italiano con il quale si erano interrotte le comunicazioni da terra. L'intercettazione è avvenuta in prossimità di Trapani.

Dopo pochi minuti dal decollo, i due caccia intercettori hanno stabilito il contatto visivo con il velivolo accertando così che quest’ultimo non si trovava in condizioni di emergenza o pericolo. Una volta identificato il velivolo, i due caccia lo hanno scortato fuori dai confini nazionali.

Per ridurre i tempi di intervento i due Eurofighter sono stati autorizzati al volo supersonico. Il superamento della barriera del suono è stato percepito in zona Eboli (SA).

L’ordine è pervenuto dal CAOC (Combined Air Operation Center) di Torrejon, ente NATO responsabile per la sorveglianza dei cieli nell'area, e l'intervento dei velivoli è stato controllato dalla sala operativa del 22° Gruppo Radar dell’Aeronautica Militare di Licola.

I due Eurofighter hanno ricevuto l'ordine di intercettare il velivolo – detto in gergo tecnico scramble - mentre si trovavano già in volo per addestramento pianificato. I velivoli dell’Aeronautica Militare infatti hanno la possibilità di intervenire con rapidità e flessibilità in qualunque momento, e secondo necessità, su ordine della catena di comando e controllo della Difesa Aerea.

L'Aeronautica Militare assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all'anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato, anche in tempo di pace, con quello degli altri paesi appartenenti alla NATO. Il servizio è garantito - per la parte sorveglianza, identificazione e controllo – dall'Air Control Centre, Recognized Air Picture Production Centre, Sensor Fusion Post (ARS) di Poggio Renatico (FE) e dal 22° Gruppo Radar di Licola (NA), mentre l'intervento in volo è assicurato dal 4° Stormo di Grosseto, dal 36° Stormo di Gioia del Colle e dal 37° Stormo di Trapani Birgi, tutti equipaggiati con velivoli caccia Eurofighter.

 

Press release by Aeronautica Militare, Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore, 2° Ufficio “Pubblica Informazione - Relazioni con i media giornalistici”

leggi di più

Boeing, Lion Air Group announce order for 50 737 MAX 10 airplanes

Fast-growing carrier placed the largest incremental order of Boeing's newest 737 jet.

- MAX 10 will be the most efficient and profitable single-aisle airplane

- Lion Air Group to operate MAX 8, 9, and, 10, maximizing commonality and flexibility

JAKARTA, Indonesia, April 10, 2018 /PRNewswire/ -- Boeing [NYSE: BA] and the Lion Air Group today announced the airline purchased 50 of Boeing's new 737 MAX 10 airplane, which will be the most fuel-efficient and profitable single-aisle jet in the aviation industry. The deal, valued at approximately $6.24 billion at list prices, is the largest incremental order to date of the MAX 10 variant. The order was previously listed as unidentified on Boeing's Orders & Deliveries website.

Boeing and the Lion Air Group today announced the airline purchased 50 of Boeing’s new 737 MAX 10 airplane, which will be the most fuel-efficient and profitable single-aisle jet in the aviation industry. This rendering shows the airplane in the carrier's livery.   

leggi di più

Il Capo di Stato Maggiore della Marina esprime il proprio cordoglio per il decesso del Capo 1^ Classe Andrea Fazio

Il Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Valter Girardelli, ha espresso vicinanza alla famiglia del sottufficiale che ha perso la vita nell'incidente di volo occorso all'elicottero SH 212 di nave Borsini impegnata nell'operazione Mare Sicuro.

"A titolo mio personale e a nome di tutta la Marina esprimo alla famiglia il profondo cordoglio per la perdita del Capo di 1^ Classe Andrea Fazio, a cui unisco la solidarietà di tutta la Forza Armata ai colleghi delle componenti volo per la scomparsa del  professionista e dell'amico". "Esprimo anche grande apprezzamento" ha aggiunto l'ammiraglio Girardelli "per la prontezza dei soccorsi e la capacità di intervento dell'equipaggio di nave Borsini e delle altre unità intervenute sul luogo dell'incidente".

leggi di più

L’aeronautica Militare testa per la prima volta il missile AARGM

Testato per la prima volta, durante un’esercitazione reale a China Lake in America, il missile AARGM (Advanced Anti Radiation Guided Missile)

Nella mattinata del 2 Aprile, un velivolo Tornado ECR con ai comandi un Test Aircrew del Reparto Autonomo di Volo di China Lake, ha testato con successo il primo missile AARGM (Advanced Anti Radiation Guided Missile) di dotazione italiana.

Il lancio, primo dei due previsti durante l’esercitazione Blazing Shield 2018, ha rappresentato uno degli eventi di maggior importanza all’interno della Campagna OT&E (Operational Testing & Evaluation) del binomio AARGM/Tornado ECR che si sta sviluppando presso i poligoni della Base Aerea americana.

Il team italiano ha gestito da terra tutte le fasi relative all’impiego del Missile dal Range Control Center (centro di controllo del poligono) di China Lake. 

leggi di più

Thunderbirds aircraft mishap

Photo by Staff Sgt. Ned T. Johnston (repertory)
Photo by Staff Sgt. Ned T. Johnston (repertory)

NELLIS AIR FORCE BASE, Nev. (AFNS) -- A U.S. Air Force Thunderbirds pilot was killed when his F-16 Fighting Falcon crashed over the Nevada Test and Training Range April 4, 2018, at approximately 10:30 a.m. during a routine aerial demonstration training flight. The identity of the pilot is being withheld for 24-hours pending next of kin notification. An investigation is being conducted into the cause of the mishap.

The team’s participation at March Air Reserve Base’s “The March Field Air and Space Expo” has been cancelled. It is unknown how this accident will impact the remainder of the 2018 Thunderbirds season.

More information will be provided as it becomes available.

 

Press release by U.S. Air Force, photo by Staff Sgt. Ned T. Johnston)

leggi di più

Leonardo fornirà una suite di protezione elettronica per i nuovi elicotteri Apache AH-64E dell’Esercito britannico

Leonardo integrerà una suite di sensori e contromisure realizzati in UK sui nuovi elicotteri Apache dell’Esercito britannico, per garantirne la protezione contro le minacce presenti e future.

Leonardo fornisce già capacità di protezione elettronica per gli elicotteri AW159 Wildcat, AW101 Merlin, Chinook e Puma delle Forze Armate del Regno Unito.

La società è leader in Europa nel settore della protezione elettronica per velivoli, con equipaggiamenti in servizio su numerose tipi di piattaforma in tutto il mondo. Di particolare rilievo è la realizzazione del sotto-sistema di protezione integrato per i velivoli Eurofighter Typhoon. 

leggi di più

Leonardo: primo AW109 Trekker sul mercato elicotteristico cileno

Un AW119Kx VIP e un AW109 Trekker utility destinati a clienti privati con consegne rispettivamente nel quarto trimestre 2018 e nel primo trimestre 2019.

La flotta di elicotteri di Leonardo in Cile supera le venti unità e comprende i modelli AW119, AW109, AW139 e W-3A Sokol per compiti di trasporto VIP/Corporate, antincendio, utility e pubblica sicurezza.

Oltre 400 elicotteri sono oggi in servizio in America Latina per impieghi civili e militari. 

leggi di più

Sigonella, i 45 anni dell'Atlantic

Dopo tanto sostare negli HD siamo riusciti a sistemare tutte, proprio tutte le immagini del raduno "Atlantic" di Sigonella.

Con oltre 200 fotografie il resoconto della giornata nella base siciliana.

Domenica 24 settembre 2017 si è svolto presso la Base Aerea di Sigonella, sede del 41° Stormo Antisom, il “Raduno Atlantic”, proprio in occasione del pensionamento entro l’anno 2017 del velivolo BR-1150 “Atlantic”.

leggi di più

Conclusa la SATER 01-2018 a Boscomantico (VR)

Si è conclusa ieri, martedì 27 marzo a Boscomantico (VR) con un debriefing generale l’esercitazione  nazionale interforze ed inter agenzia di ricerca e soccorso “SATER 01-18”, pianificata e condotta annualmente dall’ Aeronautica Militare nel quadro dell’ Accordo Tecnico fra Stato Maggiore Difesa, Forze Armate e Corpo Nazionale Soccorso Alpino (CNSAS).

Lo scopo principale dell'Esercitazione è stato quello di consolidare l'addestramento del personale dei Reparti di volo italiani del Soccorso Aereo, dei Centri di Coordinamento e delle Squadre di terra alla gestione delle operazioni di ricerca e soccorso nel difficile ambiente montano, sia di giorno che di notte, favorendo la reciproca conoscenza e lo sviluppo di procedure comuni.

"Mettere a fattor comune le competenze acquisite e consolidate nel corso negli anni sviluppando un unico linguaggio nel campo della ricerca e soccorso, per il bene comune", queste le parole del Colonnello Alfonso Cipriano, Direttore dell'esercitazione, in occasione del debriefing finale rivolto a tutti i partecipanti. 

leggi di più

Juliet- Victor, l’ultimo arrivo in Air Dolomiti

Immagine courtesy by Yuri Gullone Rome Aviation Spotters
Immagine courtesy by Yuri Gullone Rome Aviation Spotters

La voce di questo nuovo arrivo era già nell’aria i primi di febbraio.

Attualmente in flotta Air Dolomiti ci sono quindi 12 Embraer 195 con la possibilità di un ulteriore macchina.

La scelta di avere un unico modello semplifica notevolmente tutta la politica commerciale, manutenzione e abilitazioni equipaggi unificati quindi costi più oculati in un mondo dove salvaguardare le risorse può fare la differenza anche a lungo termine.

La storia di Air Dolomiti (En da qui in poi) risale al 1991 quando il fondatore, l’imprenditore bresciano Alcide Domenico Leali, la crea dal Gruppo Siderurgico Leali e inizia ad operare con voli regionali sulla rotta Trieste Genova prima e Verona Monaco l’anno successivo.

La crescita, sia in termini economici che di espansione è continua e la collaborazione con Lufthansa la porta nel mercato europeo come vettore regionale importante.

La totale acquisizione da parte di Lufthansa avvenuta nel 2003 non varia la propria identità, mantenendo la propria livrea e le operazioni di addestramento.

leggi di più

Difesa aerea: Decollo immediato per due velivoli caccia dell’Aeronautica Militare

Due Eurofighter hanno intercettato un velivolo francese sui cieli della Lombardia, superando la barriera del suono

Due caccia F-2000 Eurofighter dell'Aeronautica Militare, in prontezza per il servizio di sorveglianza dello spazio aereo, si sono alzati rapidamente in volo nella mattinata di oggi dalla base aerea di Istrana (TV), sede del 51° Stormo, per intercettare un velivolo Boeing 777 dell'Air France, che aveva perso improvvisamente il contatto radio con l'agenzia italiana del traffico aereo.

Gli Eurofighter hanno intercettato il velivolo francese sopra i cieli della Lombardia dove hanno identificato l'aeromobile civile e si sono assicurati che l'equipaggio avesse ripristinato i regolari contatti radio con gli enti del traffico aereo.

I velivoli d'allarme sono decollati a seguito dell'ordine di scramble ricevuto dal CAOC (Combined Air Operation Center) di Torrejon, ente NATO responsabile d'area del servizio di sorveglianza dello spazio aereo. Per ridurre al minimo i tempi d'intervento, legati alla particolare situazione di necessità, i due velivoli militari hanno superato la barriera del suono; ancorché la quota fosse elevata, le condizioni meteorologiche di vento e temperature hanno amplificato la propagazione dell'onda d'urto rendondola particolarmente udibile al suolo.

L'Aeronautica Militare assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all'anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato, fin dal tempo di pace, con quello degli altri paesi appartenenti alla NATO. Il servizio è garantito - per la parte sorveglianza, identificazione e controllo – dall'11° Gruppo D.A.M.I. di Poggio Renatico (FE) e dal 22° Gruppo Radar di Licola (NA), relativamente all'intervento in volo, dal 4° Stormo (GR), dal 36° Stormo (BA) e dal 37° Stormo (TP), tutti equipaggiati con velivoli caccia Eurofighter. A partire da gennaio 2017, l'Aeronautica Militare ha attivato anche una cellula di Eurofighter F-2000 presso il 51° Stormo di Istrana al fine di ottimizzare la copertura dello spazio aereo nazionale, in un'ottica di generale riduzione dei tempi di intervento e di tempestivo contrasto di eventuali minacce.

 

Press release by Aeronautica Militare, Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore, 2° Ufficio “Pubblica Informazione - Relazioni con i media giornalistici”

leggi di più

Insieme per salvare vite umane, al via l'esercitazione SATER 01-18

I monti Lessini saranno lo sfondo dell'addestramento congiunto di ricerca e soccorso.

Si svolgerà il prossimo 27 marzo, in un’area compresa tra Verona Boscomantico ed i Monti della Lessinia, l’esercitazione SATER 01-18, attività addestrativa che prevede simulazioni di Ricerca e soccorso (S.A.R. Search and Rescue) a seguito di incidenti aerei, attività condotta dal Comando Operazioni Aeree (C.O.A.) dell’Aeronautica Militare.

L’operazione si inquadra in un programma addestrativo dell’Aeronautica Militare, volto a verificare le capacità di effettuare operazioni di soccorso aereo in caso di incidenti aeronautici in ambiente montano, cooperando in maniera sinergica con altre organizzazioni civili e militari.

Lo scenario dell’attività simulerà la ricerca a favore di un equipaggio di volo, disperso a seguito di incidente ed avrà, come luogo delle operazioni (sia diurne che notturne), un’area montana dei Monti della Lessinia.

leggi di più

Aeronautica Militare e Agenzia Spaziale Italiana: accordo nel settore del volo suborbitale e della medicina aerospaziale

È stato siglato nella mattinata di oggi, presso il Reparto di Medicina Aerospaziale situato nell’aeroporto militare di Pratica di Mare, l’Accordo esecutivo di collaborazione tra l’Aeronautica Militare e l’Agenzia Spaziale Italiana per la collaborazione nelle attività di volo suborbitale e della medicina aerospaziale.

L’accordo, che reca le firme del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Enzo Vecciarelli, e del Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, Roberto Battiston, promuove lo sviluppo di attività congiunte tra le due Istituzioni nazionali titolari della ricerca scientifica e della sperimentazione nel settore “spazio”.

L’Aeronautica Militare si è già da tempo dotata di risorse infrastrutturali e di personale altamente specializzato nel settore, aderendo anche a programmi aerospaziali internazionali, con grandi ritorni professionali e scientifici, acquisendo competenze specialistiche nei settori del volo astronautico e dei nuovi sistemi di trasporto spaziale.

L’Agenzia Spaziale Italiana, parallelamente, è impegnata in progetti ed iniziative che consentano alla Nazione di cogliere le importanti opportunità tecnologiche e commerciali legate ai nuovi sistemi di trasporto aerospaziale, con particolare riguardo a quelle con profilo di volo suborbitale. 

leggi di più

L'Aviazione dell'Esercito e gli atleti della sezione di paracadutismo del Reparto Attività Sportiva dell’Esercito, per la prima volta a Viterbo.

Dal 13 al 16 marzo, presso l'aeroporto "Fabbri" di Viterbo, gli atleti della sezione di paracadutismo del Reparto Attività Sportiva dell'Esercito, si sono lanciati da un Dornier 228 del 1° Reggimento Aviazione Esercito "Antares", per esercitarsi nella tecnica della caduta libera in previsione dei prossimi campionati del mondo previsti in Ungheria e Bulgaria.

L'Aviazione dell'Esercito, supporta attraverso l'utilizzo degli aeromobili e dei velivoli in dotazione, l'attività aviolancistica di tutti i Reparti della Folgore. In particolare, l'aeroporto di Viterbo è stato utilizzato per la prima volta, come zona lancio per l'addestramento del personale della Sezione di paracadutismo sportivo. La città di Viterbo è soggetta a venti con intensità variabile che creano delle difficoltà oggettive grazie alle quali gli atleti hanno modo di mettere alla prova tutta la loro competenza tecnica, concentrazione e forza fisica per ottenere un lancio perfetto.

leggi di più