BLOG

 


Articoli personali e approfondimenti sul mondo dell'aviazione.

 

Personal articles and insights on the world of aviation.



Notizie, comunicati stampa da parte di costruttori, compagnie aeree, aeroporti o news in generale.

 

News, press releases by manufacturers, airlines, airports or news in general.



Reportage fotografici dagli Air show in giro per il mondo.

 

Photographic reports by Air shows around the world. 



Reportage dalle basi militari.

 

Reportage from military bases.



Musei aeronautici nel mondo.

 

Aviation museums in the world .



Ultimi post - Last post

Alpi Eagles: 30 anni dopo

 Descrivere la storia della pattuglia acrobatica civile Alpi Eagles significa raccontare uno dei periodi più incredibili dell’Aviazione Civile in Italia, un’epoca in cui gli eventi aviatori si susseguivano senza soluzione di continuità per tutta la stagione estiva, in location tradizionali come aeroporti ed aviosuperfici, ma anche in luoghi assolutamente improbabili come eventi sportivi o manifestazioni popolari di paese.

   Fu un periodo in cui l’acrobazia aerea, fino ad allora ad esclusivo appannaggio del mondo militare e degli Aeroclub, assunse un carattere “popolare” nel vero significato del termine, proprio grazie all’intraprendenza e all’anticonformismo che erano profondamente radicati nel DNA di questo Team.

   Erano anni in cui bastava che Renato Rocchi (indiscusso speaker alle Frecce Tricolori prima e con le Alpi Eagles dopo) sollevasse la cornetta azzurra del telefono d’ordinanza SIP e chiamasse uno dei mille amici che aveva conosciuto tra gli uomini in divisa azzurra durante la sua “meravigliosa avventura” per risolvere, con poche battute, questioni contorte come permessi, NOTAM, autorizzazioni o pianificazioni varie…azioni che oggi potrebbero sembrare improponibili, ma che al tempo erano il motore di ogni attività connessa al volo.  

leggi di più

NATO AGS, Sigonella: sulla base dell’Aeronautica Militare completata la flotta dei Global Hawk

Il 5° velivolo a pilotaggio remoto dell’Alleanza Atlantica è atterrato sull’aeroporto siciliano di Sigonella

Nel pomeriggio di giovedì 12 novembre il quinto – ed ultimo - velivolo a pilotaggio remoto della NATO Alliance Ground Surveillance Force (NAGSF) è atterrato sull’Aeroporto dell’Aeronautica Militare di Sigonella, unendosi di fatto al resto della flotta dei Global Hawk RQ-4D AGS dell’Alleanza Atlantica già in base.

Il completamento della flotta dei Global Hawk, iniziato il 21 novembre dello scorso anno, segna una tappa fondamentale del programma AGS che la NATO ha deciso di concentrare proprio a Sigonella, in virtù della posizione strategica nel mediterraneo dell’aeroporto militare. Con il programma AGS, la NATO ha voluto migliorare e modernizzare le proprie capacità per la sorveglianza terrestre e marittima, su vaste aree e in qualsiasi condizione meteorologica e di luce, per la protezione delle truppe di terra e delle popolazioni civili, per il controllo delle frontiere, per la sicurezza marittima e l’assistenza umanitaria. 

leggi di più

Ultimo volo del 205

Ultimo volo del 205 da Casarsa della Delizia, sede del 5º Reggimento aviazione dell'Esercito "Rigel".

Con una breve cerimonia si conclude oggi la carriera del vecchio, ma intramontabile AB-205.

L’ultimo volo toccherà alcuni aeroporti e campi volo della regione Friuli per poi fare rotta verso Viterbo.

L’inconfondibile rumore sordo si avvertirà per l’ultima volta sulla regione dopo anni di onorato servizio.

 

Al seguente link la nostra ultima visita a Casarsa della Delizia.

5º Reggimento AVES "Rigel", Casarsa della Delizia (PN)

 

The Aviation

leggi di più

50 anni fa il raid Roma-Tokyo con un aereo da turismo

Il 15 novembre 1970, a un mese dalla partenza dall'aeroporto di Roma Urbe, atterrava all'aeroporto Haneda di Tokyo il velivolo monomotore da turismo SIAI-Marchetti S-205 pilotato da Mario Panvini Rosati (1935-1997), con il cineoperatore della RAI Giancarlo Zane (1935) come compagno di viaggio. La lunga trasvolata - circa 19.000 km - era stata compiuta in 26 tappe e 90 ore di volo complessive, per commemorare l’impresa che - cinquant’anni prima, nel 1920 - avevano compiuto sullo stesso tragitto, con due biplani monomotore in legno e tela, i piloti Arturo Ferrarin e Guido Masiero insieme con i loro motoristi Gino Cappannini e Roberto Maretto. Oggi, per ricordare questa ricorrenza, che - a sua volta - celebrava il primo cinquantenario di quella originaria, l’Aero Club d’Italia, AOPA Italia (di cui il comandante Mario Panvini Rosati fu il presidente negli anni ’90) e la Fondazione Italia Giappone hanno commemorato quella che nel 1970, in pieno miracolo economico, si dimostrò come una delle più importanti imprese di aviazione generale del secondo dopoguerra. La trasvolata di mezzo mondo verso Est costituì la dimostrazione di eccellenza dell’industria aeronautica nazionale, che da sempre realizza aeromobili estremamente affidabili per l'aviazione generale e da turismo, in grado - come confermò l’impresa di Mario Panvini Rosati - di raggiungere le stesse mete dei jet dell'aviazione commerciale. 

leggi di più

Leonardo: arriva la Next Generation del C-27J, così lo Spartan punta a nuove e più sfidanti performance

Affidabilità e versatilità dimostrate in missioni umanitarie e in operazioni militari alla base della nuova versione del C-27J Next Generation 

Il C-27J nella nuova configurazione sarà consegnato al primo cliente di lancio nel 2021

Impiegato nei contesti geografici, ambientali e operativi più sfidanti, il C-27J si conferma la soluzione ideale per una ampia gamma di missioni grazie alla continua introduzione di innovazione e nuove capacità

 

Roma, 11 novembre 2020 – Entra nelle fasi finali di collaudo il C-27J Next Generation, la nuova versione del consolidato C-27J Spartan, che si distingue per nuovi equipaggiamenti, nuova avionica e avanzate soluzioni aerodinamiche che accresceranno ulteriormente le prestazioni del velivolo. Il primo C-27J nella nuova configurazione sarà consegnato al cliente di lancio già nel 2021. 

leggi di più

Sky Guard 2020

L’84° Centro CSAR, l’82° Centro CSAR, il 36° Stormo CACCIA, il 16° Stormo e il 60° Stormo insieme per l’addestramento del personale dell’Aeronautica Militare per simulare intercettazioni di velivoli a basse velocità in scenari complessi e diversificati

La prima settimana di novembre l’aeroporto Ramirez di Gioia del colle ha ospitato l’esercitazione “SKY GUARD” alla quale hanno preso parte gli elicotteri dell’84° Centro CSAR (Combat Search and Rescue) e dell’82° Centro CSAR, appartenenti al 15° Stormo di Cervia, gli Eurofighter del 36° Stormo Caccia di Gioia del Colle, i velivoli U-208A del 60° Stormo di Guidonia e gli operatori SMIO (Slow Mover Interceptor Operator) Fucilieri dell’Aria del 16° Stormo Protezione delle Forze di Martina Franca in un addestramento congiunto in missioni di volo per l’intercettazione diurna e notturna di velivoli a basse prestazioni.  

leggi di più

L’Eagle di Duxford

All’Imperial War Museum di Duxford, proprio a ridosso del padiglione americano anni fa trovava posto un esemplare di McDonnell-Douglas (ora Boeing) F-15A Eagle.

Classe 1976, ha operato presso il 36° Tactical Fighter Wing sulla Air Force Base di Bitburg (BT) in Germania e nel 1981 è stato trasferito al 60° TFW a Eglin in Louisiana, Florida.

Nella politica, tutta americana, di preservare quanto più possibile il patrimonio aeronautico che può tornare utile in futuro e che molti paesi, con una storia aeronautica addirittura più importante, dovrebbero apprendere, a fine vita operativa è stato stoccato presso la AMARC di David Mountain in Arizona.

Nel 2000 è stato trasferito presso le officine del museo di Duxford dove, dopo una pesante manutenzione e restauro, ha ripreso le insegne del primo reparto a qui era stato assegnato, con la matricola 76-0020.

 

leggi di più

Alpi Eagles, torniamo a parlarne

Avevamo già trattato l’argomento Alpi Eagles ripercorrendo la storia della prima pattuglia acrobatica civile italiana. Per quasi un ventennio le “aquile” hanno solcato i cieli italiani ed europei, trasmettendo ad appassionati e professionisti tecnica di pilotaggio, fantasia e gioia di volare.

   E’ stata anche l’occasione di combinare due eccellenze made in Italy: la tradizione aeronautica ed il Siai Marchetti SF-260C, un mezzo che ha saputo regalare tante soddisfazioni ai piloti, pura espressione di affidabilità e prestazione. Un velivolo ad elica che ha interpretato al meglio un repertorio acrobatico ad esclusivo appannaggio degli aviogetti, data l’esperienza maturata nelle Frecce Tricolori dei componenti.  

leggi di più

23 ottobre 1934, il giorno del record.

“Francesco Agello, Tu nel giorno del tuo prodigio d’ossa e di soffio eri il più solo degli uomini, nello spazio misurato e pur senza misura dove la morte è vita e la vita è morte”

Gabriele d’Annunzio

 

Storici versi scritti dal Poeta in una lettera indirizzata a France Agello nel giorno delle sue nozze con Gianna Manetti.

Su Agello sono state scritte tante parole e non è difficile reperire un po’ ovunque le informazioni della sua brillante vita e carriera di pilota del Reparto Alta Velocità della Regia Aeronautica, quindi mi limiterò semplicemente a rammentare che oggi 23 ottobre ricorre l’anniversario della realizzazione del record mondiale, tutt’ora imbattuto, per idrovolanti sulla tratta Manerba-Moniga del Garda facendo registrare i quattro passaggi alla media di 709,444 Km orari.

 

Di seguito alcune immagini

leggi di più

Brize Norton, what else ? Spotters Magazine 45

leggi di più

Follow the Blog

Social Channel



Airplane Picture