Aeronautica Militare: Progetto alternanza scuola-lavoro

Al 3° e 6° Stormo i ragazzi di vari istituti scolastici sono stati coinvolti in attività teoriche e pratiche, cimentandosi con dinamiche organizzative dell'Aeronautica Militare e attività reali pertinenti con l'indirizzo scolastico

Nel mese di giugno 2018, nell'ambito del progetto di alternanza Scuola-Lavoro, in osservanza alla convenzione nazionale tra il Ministero della Difesa ed il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, alcuni studenti hanno svolto uno "stage" formativo presso il 3° Stormo di Villafranca (VR) ed il 6° Stormo di Ghedi (BS). 

Nello specifico, il 3° Stormo ha accolto, per quattro settimane, i frequentatori dell'Istituto Istruzione Secondaria Superiore "Carlo Anti", "Liceo Medi" di Villafranca e dell'Istituto Tecnico Industriale "Marconi" di Verona. Presso il Comando 6° Stormo di Ghedi invece, ad essere coinvolti nel progetto sono stati tredici alunni di vari istituti scolastici ad indirizzo aeronautico della Regione Lombardia.

Il 3° Stormo aderisce a questo progetto già da alcuni anni e, grazie all'esperienza maturata, quest'anno è stato in grado di ospitare un numero maggiore di studenti, provenienti dal liceo classico, scientifico, delle scienze applicate; e istituti tecnici informatici, di telecomunicazioni, elettronica e logistica ai quali è stata data l'occasione di cimentarsi in attività reali pertinenti con l'indirizzo scolastico.

Il progetto quest'anno è stato strutturato in due fasi, una prima parte di tre giorni in cui si sono svolti diversi briefing sulla storia e la struttura del 3° Stormo, periodo in cui gli stagisti hanno preso visione delle diverse aree di lavoro e svolto un corso di dieci ore sulla sicurezza specifica.

Nella seconda fase i ragazzi sono stati assegnati ai loro referenti che li hanno seguiti nell'ambito lavorativo della base per tutta la durata dell'alternanza.

Gli studenti si sono poi riuniti nell'ultima settimana per partecipare a diversi appuntamenti, fra i quali il "13° CBRN Commandants and Commanders Conference", un'importante meeting internazionale al quale hanno aderito 13 Nazioni che, attraverso i loro rappresentanti, hanno discusso con rappresentanti delle Forze Armate Italiane esperti di settore, tematiche e problematiche comuni attinenti il tema CBRN (Chimico, Biologico, Radiologico e Nucleare) ed EOD (Explosive ordnance Disposal).

Il gruppo Autotrasporti, data l'età dei ragazzi ormai prossima a quella idonea per il conseguimento della patente, ha organizzato un corso di guida sicura e guida dinamica in cui sono stati esposti i principali rischi della strada e mostrato alcuni accorgimenti di guida da adottare in situazioni di emergenza.

Alla cerimonia di chiusura del 22 giugno, presieduta dal Comandante del 3° Stormo Colonnello Pietro Spagnoli, sono intervenuti il Dott. Albino Barresi, Dirigente dell'Ufficio Scolastico Territoriale di Verona, un rappresentante del M.I.U.R., i Presidi e i responsabili dell'alternanza dei tre Istituti Superiori interessati, i genitori dei ragazzi e, naturalmente, gli studenti e i loro "tutor" militari. 

Nel corso del proprio indirizzo di saluto il Comandante, oltre a presentare le peculiari attività del 3° Stormo evidenziandone la caratterizzazione duale, ha rimarcato l'importanza della collaborazione tra la Forza Armata e il mondo scolastico coinvolgendo gli studenti con progetti ad hoc in funzione degli istituti di provenienza e degli indirizzi di studio, passando dalla fase conoscitiva del "Sapere" a quella più pratica e successiva del "Saper Fare".

Anche i tredici studenti ospitati dal 6° Stormo di Ghedi hanno potuto vivere la realtà aeronautica confrontandosi con diversi scenari, taluni, anche in questo caso, relativi prettamente all'indirizzo frequentato, altri più generici, atti ad ampliare e migliorare le conoscenze personali nell'ottica dell'orientamento professionale extra scolastico.

Gli studenti, animati da sano entusiasmo, sono stati coinvolti in una serie di attività a carattere teorico e pratico. Hanno potuto osservare alcune caratteristiche peculiari di Forza Armata, come il controllo del traffico aereo, la meteorologia ed il reparto manutentivo dei motori. Inoltre sono stati chiamati ad una serie di attività pratiche svolte con il Gruppo Protezione delle Forze attraverso delle prove pratiche con l'equipaggiamento protettivo previsto. Infine hanno imparato, sotto l'attenta sorveglianza del Nucleo Antincendi, a fronteggiare il rischio del fuoco con i mezzi in dotazione all'Aeronautica Militare, arricchendo il proprio bagaglio formativo e personale a 360 gradi. 

Nella giornata conclusiva, il Comandante di Stormo, Colonnello Luca Maineri, nel saluto rivolto ai ragazzi, ha invitato loro a fare tesoro di questa particolare esperienza vissuta presso l'aeroporto di Ghedi, ricordando come certe esperienze siano uno strumento concreto per comprendere la pluralità e la peculiarità dei servizi garantiti dall'Aeronautica Militare. L'attività si è poi conclusa con la consegna dei diplomi agli studenti, soddisfatti per l'esperienza vissuta.  

 

Press release by Aeronautica Militare, 3° Stormo di Villafranca e 6° Stormo di Ghedi, 1° M.llo Lorenzo Digiorgio e 1° M.llo Francesco Nacca