La Marina del Pakistan in visita al 41° Stormo di Sigonella

All’attività ha preso parte anche una delegazione della Società Leonardo che recentemente ha fornito alla Difesa Italiana il nuovo velivolo P-72A

Martedì 27 febbraio 2018, una Delegazione della Marina delle Forze Armate Pakistane è stata in visita al 41° Stormo Antisom dell’Aeronautica Militare di Sigonella, nell’ambito di un piano di cooperazione bilaterale Italia - Pakistan.

A seguito anche una nutrita Delegazione della Società Leonardo che recentemente ha fornito alla Difesa Italiana il velivolo P-72A già operativo al 41° Stormo.

Le delegazioni, dopo aver assistito ad una presentazione sulle capacità del Reparto Siciliano, hanno effettuato una visita guidata ai locali Gruppi volo, interagendo con il personale intento a condurre le specifiche attività giornaliere del 41° Stormo. Numerose sono state le curiosità e le domande poste dai militari Pakistani. 

Particolare interesse e partecipazione ha suscitato negli ospiti la visione in mostra statica del velivolo P-72A.

Al termine dell'attività c'è stato il tradizionale scambio dei crest e il Capo Delegazione del Pakistan ha espresso parole di vivo apprezzamento alla Forza Armata ospitante per l’accoglienza.

Il P-72A, realizzato da Leonardo, è un pattugliatore marittimo ognitempo, sviluppato dall’ATR72-600 per il mercato civile e poi modificato con apparati e sensori specifici per assolvere i suoi compiti in ambito militare e rappresenta una soluzione ad interim finalizzata a coprire il gap capacitivo fino al momento in cui ci si potrà dotare di un Long Range Maritime Patrol Aircarft che abbia anche capacità ASW (Anti-Submarine Warfare). Il nuovo assetto è già stato messo alla prova, fornendo il proprio contributo in occasione del G7 di Taormina a maggio. Come il suo predecessore, è assegnato all’Aeronautica Militare ed impiegato dalla Marina Militare: a bordo equipaggi misti delle due Forze Armate operano in piena sintonia interforze, consolidata in quasi cinquant’anni di attività operativa sull’Atlantic. Le potenziate capacità di scoperta, la buona autonomia e l’attitudine al volo in ogni condizione del nuovo assetto lo rendono fondamentale per il pattugliamento e la sorveglianza dei teatri operativi e per la sicurezza del territorio nazionale, così come per le missioni di ricerca e soccorso per la salvaguardia della vita umana in mare. La capacità net-centrica del P-72A contribuisce, infine, a creare una capacità di sorveglianza persistente a supporto delle esigenze di sicurezza e difesa del Paese.

Il 41° Stormo Antisom di Sigonella è dotato di velivoli “P-72A” con i quali, conseguendo e mantenendo la prontezza operativa degli stessi, garantisce la propria missione primaria consistente nel contrastare la minaccia subacquea e navale e nel fornire il servizio di ricerca e soccorso in mare a lungo raggio, mantenendo sotto controllo, a protezione delle principali vie marittime, le unità navali potenzialmente ostili. Inoltre, assicura il controllo del traffico mercantile, nell’ambito delle operazioni contro il terrorismo internazionale, ed il supporto alle attività volte al controllo dei flussi d’immigrazione clandestina dai quadranti meridionali del mediterraneo, garantendo la copertura di ampie zone di mare, con l’eventuale localizzazione di profughi in mare e l’allertamento degli organi preposti, compreso l’intervento Search and Rescue (SAR) in caso di sinistro marittimo e naufragio degli stessi. 

 

Press release by 1°M. Carmelo Savoca, Aeronautica Militare 41° Stormo Antisom di Sigonella, Capo Segreteria Comando e Specialista Informazione/Comunicazione Istituzionale (PAO)