L’Aeronautica Militare impegnata in un trasporto sanitario d’urgenza

Un velivolo Falcon 50 del 31° Stormo dell’Aeronautica Militare ha appena effettuato il volo sanitario a favore di una bambina di 43 giorniche necessitava urgentemente di assistenza medica.

Si è da poco concluso un trasporto sanitario effettuato con un velivolo Falcon 50 del 31° Stormo di Ciampino dell’Aeronautica Militare a favore di una bambina di appena 43 giorni in Imminente Pericolo di Vita (IPV) sulla tratta Catania/Roma Ciampino. Il trasporto, richiesto della Prefettura di Messina, si è reso necessario in quanto la bambina necessitava urgentemente di assistenza medica. A bordo del velivolo era presente la mamma ed un'equipe medica per stabilizzare la bimba in culla termica.

E’ stata, quindi, gestita la missione aerea dalla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell'Aeronautica Militare da dove vengono coordinati anche questo tipo di interventi, che ha dovuto prevedere a bordo del velivolo la presenza di due distinte equipe mediche che hanno assistito le due pazienti durante tutte le fasi del volo.

La Sala Situazioni di Vertice è la sala operativa dell'Aeronautica Militare che ha tra i propri compiti quello di organizzare e gestire - in coordinamento con Prefetture, Ospedali e Presidenza del Consiglio dei Ministri – questo genere di trasporti su tutto il territorio nazionale.

Gli aeromobili da trasporto e gli elicotteri dell'Aeronautica Militare sono pronti 365 giorni all'anno, 24 ore al giorno, ad intervenire per missioni di pubblica utilità quali il trasporto sanitario d'urgenza di persone in imminente pericolo di vita, come avvenuto questa notte, oppure quello di organi ed equipe mediche per trapianti.

Il servizio copre l'intero territorio nazionale, isole comprese, e quando richiesto dalle autorità competenti è svolto anche a favore dei cittadini italiani che si trovano all'estero.

 

Press release by Aeronautica Militare, Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore, 2° Ufficio “Pubblica Informazione - Relazioni con i media giornalistici”