Aeronautica Militare: ancora interventi nella lotta agli incendi in Sicilia

Sono due gli interventi effettuati oggi da un equipaggio dell’80° Centro C.S.A.R (Combat Search and Rescue) di Decimomannu (Cagliari) rischierato a Trapani Birgi nella lotta a contrastare i numerosi incendi che stanno colpendo la regione della Sicilia.

Nella tarda mattinata di oggi l’equipaggio dell’Aeronautica Militare, a bordo di un elicottero HH-212, è stato impegnato nelle operazioni antincendio nella zona di Molinazzo (PA) per poi essere impegnato successivamente anche nello spegnimento di un nuovo incendio divampato nella zona di Mirto nel comune di Monreale (PA). Dopo circa 4 ore e mezzo di attività l’elicottero dell’80° Centro C.S.A.R. ha fatto scalo per rifornimento all’aeroporto di Palermo Boccadifalco, supportato dal 4° Reparto Volo della Polizia di Stato, per poi rientrare al 37° stormo di Trapani. 

Gli equipaggi di Decimomannu sono rischierati da oltre tre settimane sulla base trapanese al fine di integrare e supportare il dispositivo posto in essere per fronteggiare l’emergenza incendi nelle province di Trapani e di Palermo. Dal C.O.A. (Comando Operazioni Aeree) di Poggio Renatico (FE), attraverso la Sala Operativa dell’82° Centro C.S.A.R. di Trapani, giunge agli equipaggi in prontezza l’ordine di decollo e la zona di intervento. L’azione di contrasto ai fronti di fuoco dell’HH-212 spesso si affianca a quella dei velivoli Canadair, rischierati sempre su Trapani. L’80° Centro è uno dei Reparti del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare che garantisce, 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, senza soluzione di continuità, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo, inoltre, ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, operando in qualsiasi condizione meteorologica. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato più di 7.100 persone in pericolo di vita.

 

Press release by Aeronautica Militare, Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore, 2°Ufficio “Pubblica Informazione - Relazioni con i media giornalistici”