Terminato il 17° corso per operatori di APR

Formati presso il CdE APR di Amendola sedici futuri Operatori di sistemi di classe Micro e Mini.

Mercoledì 7 Giugno si è concluso presso il Centro di Eccellenza per Aeromobili a Pilotaggio Remoto di Amendola (FG) il 17° corso per Operatori di Aeromobili a Pilotaggio Remoto Militari (APRM) di classe Micro e Mini, ovvero di peso inferiore rispettivamente a 2 e 20 Kg.

All’attività, della durata di circa tre settimane, hanno partecipato 16 frequentatori appartenenti alle FF.AA. (2 E.I., 2 M.M., 1 A.M., 3 dell’Arma dei Carabinieri) e ad altri Corpi dello Stato (3 della Guardia di Finanza, 1 del Corpo delle Capitanerie di Porto e 4 del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco), selezionati per essere impiegati all’utilizzo di Aeromobili a Pilotaggio Remoto nei rispettivi Reparti di provenienza o comunque deputati ad essere impiegati nel settore.

Per il personale militare il corso (modulo basico) costituisce la prima fase dell’iter addestrativo che, se completato con una seconda pratica sui Sistemi APR in dotazione alle diverse Forze Armate, porta al conseguimento della qualifica di Operatore di APR Militare.

Il corso, interamente organizzato e svolto dal personale del Centro di Eccellenza, ha beneficiato del qualificato contributo di un relatore dell’Ispettorato per la Sicurezza del Volo relativamente agli elementi di diritto della navigazione aerea, delle responsabilità connesse all’attività di volo e di organizzazione e principi di Sicurezza Volo. Importante in tal senso anche la collaborazione fornita dal personale del 32° Stormo, che ha reso disponibili alcuni esperti di specifici argomenti come Meteorologia, procedure ATC, ciclo di pianificazione operativa, procedure di tasking e di emergenza.

In aggiunta all’acquisizione di nozioni di carattere squisitamente tecnico, i frequentatori hanno ricevuto lezioni relative al quadro giuridico di riferimento che disciplina l’attività di volo con sistemi APRM, le normative ENAC ed EASA, il funzionamento e l’impiego dei sensori d’immagine e dei sistemi di cartografia digitale.

Il Centro di Eccellenza APR, posto alle dipendenze del Capo del 3° Reparto dello Stato Maggiore Aeronautica, è composto da esperti della materia ed ha il compito di supportare lo sviluppo interforze del comparto APR, di ricercare soluzioni integrate a vantaggio dell'interoperabilità e contribuire all'efficace condotta delle operazioni aeree del settore.

Oltre a detenere l'autorità nazionale nell'erogazione al personale militare di corsi propedeutici al conseguimento di qualifiche relative al pilotaggio di sistemi APR o per quello designato all'impiego dei sensori di APR, il Reparto rappresenta l’unico riferimento a valenza interforze atto a fornire supporto a tutti gli attori coinvolti nel settore medesimo. Esso infatti opera in stretto collegamento con il Centro Innovazione della Difesa (CID) del 3° Reparto dello Stato Maggiore Difesa e, quando richiesto, con il Comando Operativo di vertice Interforze (COI) e con il Comando interforze per le Operazioni delle Forze Speciali (COFS).

Finora il Centro ha “formato” oltre 350 unità di estrazione interforze e interdipartimentale e, in considerazione dell’elevata vocazione “Dual Use” che distingue i Sistemi APR sia in campo militare che civile, è in costante crescita il volume delle richieste di partecipazione ai corsi per Operatori provenienti da Dipartimenti e Corpi dello Stato esterni al Ministero Difesa. Le opportunità addestrative del Centro sono difatti rivolte non solo alle Forze Armate, ma anche ad altri Dicasteri esterni all’Amministrazione Difesa.

Oltre a questa tipologia di corso, il Centro di Eccellenza per Aeromobili a Pilotaggio Remoto offre possibilità di indottrinamento anche per il personale militare designato ad operare con sistemi di classe superiore o all’impiego dei sensori di APR.

 

Press release by Aeronautica Militare, Centro di Eccellenza Aeromobili Pilotaggio Remoto Amendola (FG), T. Col. Marcello Morbiducci