Occhi che sorridono durante la visita al Reparto Sperimentale Volo

Una giornata ricca di emozioni per i giovani pazienti del Bambino Gesù.

Si è svolta oggi mercoledì 31 maggio, presso il Reparto Sperimentale Volo (RSV) di Pratica di Mare, la visita di un gruppo di giovanissimi pazienti dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù.

Alla giornata hanno preso parte in sedici, tra bambini e ragazzi, con età comprese tra i 4 ed i 19 anni, oltre ai loro familiari e ad alcuni medici del nosocomio pediatrico.

Al loro arrivo, gli ospiti sono stati accolti dal Generale di Divisione Aerea Fabio Molteni, Comandante del Centro Sperimentale Volo (CSV), dal quale dipende il RSV. Dopo aver assistito alla proiezione sia di un filmato su capacità e attività del CSV sia di una clip sul velivolo KC767-A, bambini e familiari accompagnatori si sono spostati presso le strutture del RSV, per vedere "più da vicino" gli aeromobili in dotazione al Reparto ed assistere alla display in volo del velivolo M 346.

Il personale medico ha invece avuto la possibilità di visitare il Reparto di Medicina Aeronautica e Spaziale (RMAS) del CSV.

A seguire i due gruppi si sono ricongiunti per proseguire la giornata presso il 14° Stormo.

Il Reparto Sperimentale Volo (RSV) ha il compito di procedere al controllo delle caratteristiche dei materiali di volo (per le telecomunicazioni e di armamento), sia di nuova produzione che già in uso, esprimendo un giudizio sulle loro capacità e sull'idoneità all'impiego, e di avanzare proposte di modifiche a progetti presentati dall'industria, svolgendo a questo riguardo una funzione consultiva nei confronti dello Stato Maggiore Aeronautica.

Il RSV conduce le attività di sperimentazione sul materiale di interesse aeronautico (sistemi d'arma, vettori ad ala fissa e ad ala rotante, componenti, equipaggiamenti di volo, mezzi di supporto direttamente connessi con l'aeromobile);

produce le evidenze tecniche ottenute dalla rilevazione di prestazione e qualità di volo degli aeromobili nonché di prestazioni di motori, impianti e sistemi avionici e d'armamento;

valuta l'idoneità al volo di strumentazioni e di dimostratori tecnologici (sistemi d'arma, vettori, componenti, equipaggiamenti, mezzi di supporto);

conduce prove intensive e funzionali, con l'eventuale collaborazione dei Reparti Operativi dell'Aeronautica Militare.

L'Aeronautica Militare riconosce l'importanza di prevedere per il personale aeronavigante, a fianco dell'addestramento tecnico-professionale, lo svolgimento di un adeguato addestramento aerofisiologico. Ciò al fine di incrementare le capacità operative degli equipaggi, attraverso lo studio e la verifica delle problematiche fisiologiche tipiche del volo e l'applicazione delle tecniche più opportune da attuare per minimizzarne o annullarne gli effetti.

A tale scopo sono previsti una serie di corsi di addestramento teorico-pratico che vengono effettuati presso il Reparto Medicina Aeronautica e Spaziale (RMAS).

Il RMAS ha inoltre il compito di condurre prove e sperimentazioni sugli equipaggi fissi di volo. Per questo il Reparto ha in dotazione modernissime apparecchiature, tra le quali un disorientatore spaziale, una camera iperbarica e una ipobarica.

Il CSV riunisce sotto un unico comando tutti gli enti di studio e sperimentazione dell'A.M. L'Ente si struttura su quattro reparti: Reparto Sperimentale Volo, Reparto Chimico, Reparto Armamento, Reparto Medicina Aeronautica e Spaziale.

 

Press release by Aeronautica Militare, Ufficio Pubblica Informazione RSV, T.Col. Tortora, Magg. Bandiera