Aerocooperazione: terminato l’11 Corso R.S.M.A.

Qualificati nuovi operatori per il trattamento, l’interpretazione e l’analisi ai fini militari di immagini telerilevate

11 nuovi analisti militari di immagini telerilevate, provenienti dall’Esercito, dalla Marina, dall’Aeronautica e dall’Arma dei Carabinieri hanno terminato, presso la Scuola di Aerocooperazione di Guidonia (RM), la 11ª Edizione del Corso R.S.M.A. (Remote Sensing Military Analyst).

In circa nove settimane sono state somministrate le nozioni necessarie per il trattamento, interpretazione e analisi, ai fini militari, di dati telerilevati (immagini e full motion video), provenienti da sensori ottici ed elettro-ottici aeroportati e satellitari.

L’iter fin qui completato, valido per l’Aeronautica Militare per l’acquisizione della qualifica di “analista dati immagine”, permette l’accesso al corso di livello superiore di analista di immagini provenienti da sensori radar (R.I.A. – Radar Imagery Analyst). 

L’attività residenziale, sottoposta ad un costante processo di valutazione ed aggiornamento al fine di incrementare il contenuto addestrativo e la rispondenza alle esigenze delle Forze Armate, è stata valorizzata da alcune visite conoscitive presso realtà militari e civili nazionali dove, il personale in addestramento ha sperimentato, "sul campo", le nozioni acquisite per l'analisi di immagini di infrastrutture civili e militari come porti, aeroporti e arsenali, presso la Stazione Navale della Marina Militare, i cantieri navali ed il porto commerciale di Taranto.

Sono inoltre stati visitati l’unità navale “Mimbelli”, l’aeroporto di Grottaglie - base per i velivoli ad ala fissa e rotante imbarcati della Marina - ed il 36° Stormo di Gioia del Colle, dove sono state organizzate attività di analisi operativa e identificazione di dati telerilevati provenienti da sensori aeroportati e satellitari.

La Scuola di Aerocooperazione è l’Istituto militare interforze di formazione specialistica e valenza tecnico-operativa nel campo dell’interpretazione di immagini telerilevate ed in quello della cooperazione aeroterrestre e aeronavale. Per la formazione e qualificazione dei Joint Terminal Attack Controller, il comandante della Scuola è la “National Certification Authority”. 

I corsi della Scuola di Aerocooperazione sono aperti, oltre che al personale militare delle Forze Armate, anche a personale esterno all’Amministrazione della Difesa ed al personale militare della NATO e dei Paesi partecipanti al programma internazionale di Partenariato per la Pace (PfP - Partnership for Peace).

La Mission della Scuola è fornire una formazione di eccellenza, unica nella Difesa, specializzando personale nazionale ed internazionale nei settori del Telerilevamento e dell’Aerocooperazione, ad opera di un organico altamente motivato e professionale ed attraverso l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia, avendo, quale Vision, quella di mantenere un'offerta formativa di assoluta qualità, in un continuo e costante processo di miglioramento e adeguamento alle esigenze operative della Difesa, a pieno titolo inserita nel contesto internazionale. Professionalità e passione al servizio del Paese.

 

Press release by Aeronatuca Militare, Scuola di Aerocooperazione Guidonia (RM), 1° M.llo Virginio Salvatori