Due voli sanitari di emergenza operati con il supporto del 2° Stormo

Aeroporto di Rivolto attivato di notte per l’arrivo di due equipe intervenute per due diversi prelievi di organi da un donatore a Udine

Nella notte tra l’11 e il 12 aprile il 2° Stormo ha attivato l’aeroporto di Rivolto (UD) per consentire l’atterraggio di due diversi voli sanitari di urgenza provenienti dagli aeroporti di Cagliari e Bergamo: a bordo due equipe mediche che hanno poi raggiunto in ambulanza l’Azienda Ospedaliera di Udine per altrettanti interventi di prelievo di diversi organi da un donatore.

Ricevuta la chiamata di allertamento, i militari del 2° Stormo hanno attivato l’aeroporto poco dopo le 23:00, consentendo l’arrivo dei due velivoli atterrati rispettivamente alle 02:30 e alle 05:40.

I vettori, un Learjet45 e un Falcon2000, hanno poi fatto ritorno agli aeroporti di provenienza nella tarda mattinata del 12 aprile, dopo aver riaccolto a bordo le equipe di ritorno da Udine con gli organi prelevati.

Si è trattato della quarta attivazione notturna dello scalo militare di Rivolto dall’inizio del 2017; l’attività rientra nell’accordo di collaborazione siglato tra 2° Stormo ed Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine per i voli sanitari notturni in favore del Centro Regionale Trapianti del Friuli Venezia Giulia, in atto già dal 2016 e teso a colmare la parziale indisponibilità dell’aeroporto civile di Ronchi dei Legionari (GO) che viene chiuso nelle ore notturne.

Per il 2° Stormo è uno dei tanti esempi di collaborazione che mantengono saldo lo storico legame di reciproca disponibilità con il territorio friulano, espressione dei compiti di supporto alla popolazione ed alle istituzioni che l’Aeronautica Militare assicura senza soluzione di continuità come forza armata moderna al servizio del Paese.

 

Press release by Aeronautica Militare 2° Stormo Rivolto (UD), Ten Giovanni Lopresti