Italian Task Force Air Kuwait: cambio al vertice

Presso la Task Force Air italiana (ITNCC/TFA), rischierata in Kuwait, c’è stato il passaggio di testimone al comando tra il Colonnello Angelo De Angelis ed il subentrante Colonnello Gianluca Chiriatti.

La cerimonia, svoltasi alla presenza del Capo Reparto Supporto Operativo del Comando Operativo di Vertice Interforze, Generale di Brigata Aerea Vittorio Iannotta, ha visto la partecipazione di alte cariche kuwaitiane, statunitensi, canadesi e danesi, nonché dei Comandanti delle altre forze aeree presenti sulle Basi di Ali Al Salem, di Ahmed Al Jaber e di Abdullah Al Mubarak.

Il Colonnello De Angelis, dopo aver ringraziato le Autorità kuwaitiane e statunitensi per l’assoluta collaborazione e il pieno supporto che gli hanno sempre assicurato, ha voluto presentare un bilancio di quanto è stato fatto dalla Task Force Air, in termini di contributo alla lotta al Daesh, attraverso un’intensa attività intelligence e ricognizione, che ha visto i gruppi di volo accumulare circa 6.500 ore di volo in poco più di un anno.

Il Comandante uscente ha quindi ricordato che “le Forze Armate italiane, e l’Aeronautica Militare in particolare, in questo parte di mondo hanno dimostrato, ancora una volta, di essere all’altezza dei compiti assegnati, ritagliandosi un ruolo da protagonisti nelle operazioni condotte, contribuendo, con virtù e arguzia, al pieno successo della missione affidatagli”. In ultimo, ha rivolto un pensiero di incoraggiamento al suo successore: “vivi con intensità questo periodo eccezionale, perché l’entusiasmo sarà il tuo motore principale. Imparerai presto che le donne e gli uomini alle tue dipendenze sono un team coeso e arrembante, da cui riceverai immense soddisfazioni professionali. Scoprirai la gioia di essere in grado, tramite il loro prezioso lavoro e la loro cristallina professionalità, di adempiere i compiti ricevuti con piena efficacia”.

Ha preso poi la parola il Colonnello Chiriatti che, dopo aver ringraziato le Superiori Autorità per la fiducia riposta in lui con l’affidamento di questo prestigioso incarico operativo, ha definito la compagine italiana schierata in Kuwait una concreta espressione della professionalità e delle competenze di prim’ordine che l’Aeronautica Militare italiana è in grado di esprimere, con assetti schierati in prima linea per contribuire contrasto al Daesh, a salvaguardia degli interessi nazionali, della Coalizione e dell'intera comunità internazionale.

Il nuovo Comandante si è poi rivolto a tutto il personale l’ITNCC/TFA Kuwait, dicendosi onorato di poter dirigere un team di così elevate professionalità e affermando che "ognuno di noi deve continuare a sentire la responsabilità delle rispettive attività di supporto, pianificazione, esecuzione e di valorizzazione delle operazioni. Avete fatto tanto, continueremo a migliorare insieme". 

Il Generale Iannotta ha espresso tutto l’orgoglio italiano per l'operatività raggiunta e mantenuta ad altissimi livelli di efficienza da questa unità, composta da uomini e donne che rappresentano l'eccellenza dello Stato italiano lontano dai confini nazionali. Al personale schierato il Generale ha dichiarato che "i risultati da voi raggiunti sono il frutto della professionalità e della dedizione che ognuno di voi ha posto nel proprio operato. Il comportamento ineccepibile e l'altissimo impegno che quotidianamente avete mantenuto è per la Nazione un motivo di vanto e di orgoglio”.

a Task Force Air in Kuwait opera dall’ottobre del 2014 con il compito di effettuare operazioni di intelligence, sorveglianza, ricognizione aerea e di rifornimento in volo.

Si avvale di Predator, AMX, e Tanker Boeing KC767 dislocati presso le basi Aeree di Ali Al Salem, Ahmed Al Jaber e Ali Al Mubarak, con un dispositivo complesso, ma perfettamente integrato e sinergico con le altre svariate componenti della Coalizione internazionale.

 

Press release by Italian Task Force Air – Kuwait, autor Serg. Magg. Rosario Barreca