Caduto un caccia sovietico SU-33 nel Mediterraneo

SU-27 fotografato a Monino, l'SU-33 è una derivazione del SU-27, courtesy by Mirco Bonato
SU-27 fotografato a Monino, l'SU-33 è una derivazione del SU-27, courtesy by Mirco Bonato

Continua il periodo nero per l’aviazione di Marina Russa. Dopo l’incidente occorso ad un MIG 29 nel mese scorso (vedi qui), il Ministero della Difesa Russo, fa sapere di un nuovo aereo caduto.

Su tratta di un SU-33  che dopo un secondo tentativo fallito di appontaggio sulla portaerei Admiral Kuznetsov in navigazione al largo delle coste siriane, nel mediterraneo, è precipitato in mare a causa della rottura del cavo di arresto.

Il pilota si è eiettato ed è stato tratto in salvo senza conseguenze.

Al momento dell’incidente il meteo era buono, la visibilità era superiore ai 10 chilometri e soffiava un vento  12 nodi.

 

La Kuznetsov fa parte di un gruppo di battaglia ed è scorata dall'incrociatore Pyotr Veliky, dalla fregata Severomorsk e dal Kulakov cacciatorpediniere anti-sommergibile.

 

The Aviation, picture by Mirco Bonato